Area inclusione

                                 

Infanzia

Primaria

Secondaria

 BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI 

immagine nel testo

Così come previsto dalla C.M. n.8 del 6 marzo 2013, le scuole sono chiamate a diventare soggetti sempre più inclusivi non solo per rispondere ai Bisogni Educativi Speciali, ma per essere in grado di recepire le diversità e costruire percorsi individualizzati.

L’inclusione mira ad accogliere nell’ordinarietà scolastica tutte le diversità, trattando le differenze individuali e le difficoltà con una didattica plurale capace di :

1. valorizzare le differenze;

2. affrontare le difficoltà, trasformando gli ostacoli per gli allievi in obiettivi per il docente, attraverso un uso creativo ed intenzionale dell’intervento didattico;

3. far raggiungere a ciascun allievo il massimo livello possibile di formazione.



   

PreviousNext